British Petroleum, svolta epocale: carburante a zero emissioni

By mllapennadelweb

Uno dei più grandi colossi petroliferi a livello mondiale ha appena fatto un annuncio di quelli che sembrano anticipare la vera svolta che cambia completamente il futuro della mobilità: carburante a zero emissioni entro il 2050.

L’obiettivo sembra irraggiungibile, è vero, eppure British Petroleum ha promesso la vera rivoluzione verde, il nuovo amministratore delegato ha parlato di quello che potrebbe essere definito un cambiamento epocale. Bernard Looney, che è alla guida del gruppo da solo una settimana, ha promesso che la società si impegnerà per ridurre, anzi annullare, le emissioni entro il 2050, se possibile anche qualche anno prima.

Quello che vorrebbe fare è trasformare completamente la società, le sue parole sono state le seguenti: “Abbiamo bisogno di una rapida transizione alle emissioni zero. Dobbiamo cambiare, e cambiare profondamente”. I mercati hanno preso molto bene la notizia ed effettivamente l’annuncio delle ultime ore ha portato il titolo di British Petroleum ad apprezzarsi fino all’1.8%.

Il grande colosso BP ha annunciato un programma ambizioso, forse uno dei target climatici più incredibili degli ultimi anni nel settore del gas e del petrolio. Quello che abbiamo visto fino ad oggi infatti sono le risposte di Royal Dutch Shell, Equinor o Total (altri grandi colossi) alle pressioni sempre crescenti da parte degli investitori, fissando obiettivi di riduzione delle emissioni, è vero. Al momento nessuno era mai arrivato nemmeno lontanamente e promettere di eliminarle completamente, di offrire dei carburanti fossili estratti dal terreno in grado di garantire zero emissioni.

Bernard Looney si dice molto fiducioso e vuole raggiungere i suoi obiettivi a tutti i costi, anche se chiaramente ci stiamo chiedendo quali difficoltà dovrà affrontare per poter assolvere il suo compito, non di certo semplice. British Petroleum dovrà investire parecchio in nuovi fondi di energia pulita, assicurare che non smettano di affluire le entrate dagli asset di fonti fossili e assolutamente garantire un ritorno agli azionisti più che adeguato. Ancora non è chiaro come il nuovo amministratore delegato della società voglia eliminare emissioni e carbone nei prossimi anni, sulle modalità infatti non è stato per niente chiaro al momento.

Ha precisato semplicemente che ad oggi non è ancora stato fissato un target di breve periodo, ma presto (probabilmente a settembre) verranno annunciate nuove misure. Resta certo che Looney voglia eliminare le emissioni completamente: “Questo è ciò che intendiamo per portare BP a essere un gruppo a emissioni zero. Si intendono cioè tutte le emissioni provenienti dai carburanti che estraiamo al pari dei gas serra che provengono dalle nostre attività”.

Source:: Virgilio Motori